Calabria Coast to Coast 2016 #20

capture_2016-08-25-00-19-06.png.png

La macchina corre in questo strano deserto calabrese. Le lingue d’asfalto tagliano le campagne…

Finalmente raggiungiamo la civiltà.
Prossima tappa: Crotone

La città di Crotone fu fondata da coloni greci, provenienti dalla regione dell’Acaia nel terzo quarto dell’VIII secolo a.C., nel luogo di un preesistente insediamento indigeno e rappresentò uno dei centri più importanti della Magna Grecia. La città vecchia si sviluppa in un dedalo di stretti vicoli e piazzette fino al duomo e alla centrale piazza Pitagora, punto di contatto tra città “vecchia” e “nuova”. (Wikipedia)

20160808_153915.jpg

20160808_160212.jpg

20160808_160634_hdr.jpg

La cittadina ha quel suo fascino antico che conserva strettamente nel suo centro storico. Le viuzze sono innmerevoli e intricate. Difficile non perdersi!

Poi ci dirigiamo al Castello di Carlo V

20160808_164127.jpg

E infine, stanchi, ripartiamo verso la prossima tappa.

20160808_1531592.jpg.jpg

Arrivederci Crotone.

Calabria Coast to Coast 2016 #8

capture_2016-08-19-22-51-32.png.png

Tappa verso “il kilometro più bello d’Italia”: Lungomare Falcomatà

Il lungomare di Reggio Calabria è stato definito da G. D’Annunzio, il km più bello d’Italia.
Lungo il cammino, si trovano numerosi monumenti, case antiche e innumerevoli piante provenienti da tutte le parti del mondo.

Beh.. se volete un consiglio.. fatelo al tramonto

Fine della tappa di Reggio Calabria… Arrivederci…

Calabria Coast to Coast 2016 #6

capture_2016-08-19-21-47-41.png.png

Sempre a Reggio, ci dirigiamo a piedi verso il castello Aragonese.

20160813_182306.jpg

20160813_182819_hdr.jpg

20160813_183254_hdr.jpg

Vista della Sicilia stupenda… ed ora.. prima del tramonto.. sotto con la prossima tappa!

Frammenti di vita #98

Benvenuti a The Floating Piers!

Camminare sul lago non ha prezzo

the floating piers-2

the floating piers-4

the floating piers-5

the floating piers-6

the floating piers-7

cartina3

Pensieri random #26

baguette parigina

Quanto mi manca la baguette traditionnelle parigina!

sfondo.jpg

Diario #5

HPIM0694

Campovolo 2005

Foto ritrovata tra le mille cose… e sotto un pezzo di ciò che scrissi al tempo:

 

 

Reggio Emilia. 6:00 am
Il treno era quasi arrivato.
Il sole stava spuntando all’orizzonte, tenue ed indifeso, lasciando schiudere pian piano i miei occhi. Avevamo viaggiato tutta la notte per essere lì.
Gli altri miei compagni di viaggio dormivano ancora ma io ero troppo impaziente per poterlo fare.
Mi alzai cercando di non svegliare nessuno e mi avvicinai al finestrino.
Vidi una grande pianura che sembrava non finire mai.
e in lontananza…
finalmente..
Distante da me una manciata di chilometri…
Lui..
Il Campo Volo…
Il tanto atteso Campo volo!
Iniziai a gridare “Ragazzi! Il campo Volo!.. Il Campo Volo!.. sveglia!.. siamo arrivati!..”
Rimasi lì a guardarlo attonito..
Il palco doveva essere gigantesco..
Le luci erano accese quasi a dire… “Siamo qui… aspettiamo te”…
Era tutto spettacolare…
Il cuore iniziava a battermi..
i miei occhi non erano mai stati tanto vicini al a quel cantante fino ad allora..
trattenevo a stento le lacrime..
Finalmente il treno si fermò..

Frammenti di vita #51

Lago di lecco

Pensavo di aver dimenticato come si sogna…
Troppo preso da un ritmo di vita serrato, al suon di libri ed esami.
“Non è abbastanza…” mi ripeto, dopo ogni esame dato… ogni problema risolto.
La verità è che non sarà mai abbastanza.
La vita sta scorrendo troppo in fretta e mi sento costantemente in ritardo.
Certe volte mi fermo e mi chiedo: “Perché sto facendo tutto ciò?”
“Che senso ha?…”

Ed il “senso”…. Il mio senso… è parcheggiato poco più in là a gustarsi il paesaggio meglio di me.

Non ho dimenticato come si sogna…

Forse..

ho solo cambiato il mio modo di farlo…

Lago di lecco-3

spazio%2520bianco

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: